MUSE-Drones World Tour

MUSE-Drones World Tour

Ben sei date nella sola città di Milano, quasi tutto sold out per il MUSE-Drones World Tour. Forse nemmeno loro si aspettavano un’accoglienza cosi calorosa! Ci siamo anche noi, de lamiaterrailmioviaggio.it, a raccontarvi di questo splendido e scenografico spettacolo!

MUSE-Drones World Tour

Dopo mesi di attesa eccoci alla #museweek, a noi tocca l’ultima data, quella di sabato. Posto in tribuna, anello C, un pò in alto forse ma non ci lamentiamo: è andata molto peggio agli spettatori del parterre, in coda fin dalle prime luci della giornata.

Arriviamo al forum di Assago alle 20, abbiamo i posti assegnati. Tanta gente ma poco coda: i controlli di sicurezza all’ingresso sono veloci e forse fin troppo superficiali.

Ad alleviare l’attesa troviamo i De Staat, band Olandese alternative rock che vi invito caldamente a scoprire.

Tanta scenografia, bella musica.. ma i Muse dove sono?

Eccoli che Arrivano, in leggero ritardo, sule note di del loro singolo”Psyco“.

Il palco è proprio al centro del palazzetto, aperto a 360 gradi sul pubblico garantendo un ottima visuale da ogni lato.

Ma è all’inizio del concerto che la coreografia svela le sue carte: i droni innanzitutto, che muovono le sfere luminose ed altri oggetti in tutto il palazzetto, garantendo un effetto scenografico inaspettato.

Ma anche le luci, i display a led o i pannelli a scomparsa sorprendono sempre, lasciando “in ombra” la band inglese che poco o nulla interagisce con il pubblico.

I Muse passano a pieni voti la prova “live” nonostante l’audio non proprio all’altezza: la voce era spesso coperta della melodia.

La scaletta, molto riuscita, riprende molte dei successi dei 7 album della loro carriera e in particolare l’ultimo album (drones) da cui prende il nome il tour.

Vi lascio ai video del MUSE-Drones World Tour, un grande concerto per una grande band!

Condivi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *